Andreoletti: "Ci vorrebbe un episodio fortunato per la svolta"

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

 

Matteo Andreoletti ha commentato la nuova sconfitta subita dal Benevento contro l'Avellino. Queste le sue parole:

"Dispiace per questa partita, abbiamo subito gol nella sola occasione concessa agli avversari. Il rammarico dipende dalle tante occasioni mancate, perdere ci può stare se gli avversari ti sovrastano ma oggi no, abbiamo sprecato tanto sotto porta. La risposta dei ragazzi è stata di alto livello, anche oggi sono stati straordinari e perdere oggi ci ha fatto molto male. Commentare oggi fa troppo male, dopo pali, traverse, salvataggi sulla linea e parate strordinarie del portiere. Ci dispiace per l’ambiente, per i tifosi ma dobbiamo andare avanti. Tanti cambi in attacco sul finire? Ho rischiato perché c’erano le condizioni, ma la coperta è corta. La prestazione l’ho vista positiva dal punto di vista della manovra, contro una squadra che si è prettamente difesa nel secondo tempo e non era semplice. Da questo aspetto dobbiamo ripartire. Dopo la gara non ho parlato con la Società, se la dirigenza dovesse fare delle scelte diverse non potrei che accettarle. La posizione in classifica non è gratificante, il campionato è aperto e dobbiamo solo pensare a fare punti per non staccarci perché ne abbiamo le qualità. Abbiamo bisogno di un episodio fortunato che ci consenta di svoltare. Sappiamo da dove siamo partiti e non dovevamo illuderci che bastassero Carli e Andreoletti per cambiare tutto. Questo è un campionato complicato, veniamo da una retrocessione sanguinosa. Pensare che vincessimo in modo facile è follia, abbiamo dei valori per costruire qualcosa, per provarci e lo stiamo facendo. Siamo partiti dalle macerie di una bomba atomica e stiamo ricostruendo, la cosa non mi spaventa e mi stimola."

Letto 905 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 847 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.