De Falco: “Siamo carichi. Ecco come affronteremo il Lecce … “

Vota questo articolo
(0 Voti)

defalco 28042016Terminato l'allenamento del Benevento, presso la struttura sportiva di Paduli, le parole di Andrea De Falco: “Ci siamo quasi. Carichi, con il morale alto. Veniamo da un cammino importante. Immagino lo spettacolo sugli spalti. Per quanto ci riguarda stiamo preparando la gara come abbiamo sempre fatto, con grande concentrazione. La squadra sta bene e tutti saranno a disposizione dell'allenatore.

Abbiamo dalla nostra parte il pubblico che ci darà quella spinta in più. Questo match dobbiamo affrontarlo soprattutto con la testa, in quanto siamo consapevoli della nostra forza. Il Lecce è una squadra di lega pro, con giocatori di categoria superiore. Gioca molto sul nervosismo e sta a noi non cadere nelle provocazioni. Insieme ai tifosi daremo il massimo. La stiamo vivendo bene in quanto conosciamo l'importanza dell'incontro. Doppia possibilità? Speriamo di sfruttare questa prima occasione. La mia condizione? Ho lavorato tanto per recuperare l'infortunio dello scorso anno. Grazie anche al mister che mi ha portato nella condizione migliore. Sono soddisfatto della mia crescita e del mio rendimento. Ci attende un obiettivo importante. Sono contento di far parte di questo grande gruppo. Ansia e paura? Credo che prima del fischio d'inizio ci sarà per tutti, poi dopo, si penserà solo a correre dietro al pallone. Stato d'animo positivo? Dopo la vittoria di Messina c'è stata la svolta decisiva con i risultati utili consecutivi, che hanno dato quella forza e spinta in più per mirare in alto. A Gennaio si è chiuso il cerchio. Ci siamo uniti tutti e sono arrivate le nostre soddisfazioni. Il voto più alto? Lo meritano tutti, squadra e mister”.

Sonia Iacoviello

Letto 6062 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 609 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.