Marcello Carli: "Se parlo io vuol dire che le cose non vanno bene"

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Il Direttore Tecnico del Benevento è stato l'unico a commentare la debacle dei giallorossi contro il Catania. Queste le sue parole:

"Stasera non parlerà nessuno, è il momento che il Direttore Tecnico si assuma la responsabilità. Siamo consapevoli del momento che stiamo attraversando ma io e la società non molliamo. Sappiamo che passeremo un Natale brutto, ma andremo avanti per la nostra strada. Ho chiesto io a Vigorito di poterci mettere la faccia. Vorrei essere sereno ma non lo sono, ora come ora ho tante sensazioni negative dentrro di me. Siamo tutti sotto esame, stiamo valutando e riflettendo, non vado a cercare alibi come l’arbitro, gli ho stretto la mano e fatto i complimenti. E’ un periodo che questa squadra non riesce a fare risultato e a essere come vorremmo, periodo che ora sta diventando troppo lungo, faremo delle riflessioni. Ci aspettavamo che dopo l'inizio ci fosse una crescita diversa della squadra a livello emotivo. Il risultato non è giustificabile, quindi le riflessioni bisogna farle e quando verranno fatte delle cose, credo che dovrà essere il club a parlare. I tifosi sono arrabbiati come è giusto che sia, questo mi ferisce e mi fa male fisicamente. Non c'è motivazione per cui non si possa rendere al massimo a Benevento. E’ normale che la gente ti possa dire qualcosa sopra le righe perché il calcio è emozione, adesso dobbiamo solo trovare le soluzioni stando zitti. Odio gli alibi e la retrocessione cocente dello scorso anno non c'entra nulla con la nostra situazione attuale. Eventuali decisioni drastiche saranno comunicate prima ai diretti interessati.

Letto 929 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 629 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.