Benevento-Brindisi, Auteri: "Il pericolo è sbagliare atteggiamento"

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Conferenza stampa del tecnico del Benevento Gaetano Autreri a presentare la sfida di domani contro il Brindisi gara valevole per la 5^ di ritorno. Queste le sue parole:

"Finalmente è finito il mercato, abbiamo preso Filippo Nardi perché è un calciatore che completa il nostro centrocampo e potrà darci altre soluzioni. Tra i convocati manca Karic che è tra quelli che avevano espresso il desiderio di andar via. Non essendosi concretizzata la cessione, non mi sembrava giusto convocarlo. Con lui parlerò la prossima settimana e vedremo come andrà. Ciò che conta è l'appartenere a un progetto, a un obiettivo che dobbiamo perseguire che è quello di fare una grande gara, di vincere e di fare punti. Anche Agazzi sta bene dopo la piccola distorsione rimediata giovedì. Anche Ciano è stato gestito in questa settimana ed ora è pronto. Ciciretti sta crescendo ma non lo vedo ancora pronto per partire dal primo minuto, domani affrontiamo una partita con una squadra che ha certe caratteristiche, dovremo saperla interpretare. Le risorse sono tante, dobbiamo sfruttarle pienamente e i cinque cambi sono fondamentali. Tutte le squadre che lottano per la salvezza, come il Brindisi, ricorrono a ogni mezzo per fare punti dal mese di febbraio e loro, mentalmente, hanno poco da perdere. I margini di errore si riducono, non possiamo sbagliare. Mi preoccuperei se avessimo subito una forte pressionbe da parte della Casertana o del Taranto per citare le ultime gare in cui siamo stati ripresi ma così non è stato, non abbiamo sofferto, certe cose sono figlie di episodi e basta maggiore attenzione per evitarle. Terranova sta crescendo ma Capellini ha fatto sempre bene, non so se gli toglierà il posto. Anche Lanini e Starita stanno crescendo ed entrando nei nostri schemi, li aiuteremo sem riusciremo a giocare sempre da squadra. Kubica fa parte integrante del nostro progetto perché non ha mai espresso il desiderio di andare via ed io con lui voglio continuare a lavorarci anche perché è un ragazzo d'oro. A sinistra la scelta è ampia: Benedetti non giocava da un po' di tempo e ha fatto una buonissima partita con la Casertana ma a Taranto è venuto un po' meno, ne ho preso atto. Masciangelo ha recuperato. Simonetti è un calciatore perentonio, quindi c'è ampia disponibilità da parte di tutti. Chi sarà scelto non è più bravo degli altri, di volta in volta potranno esserci dei cambiamenti. Simonetti è uno che mi piace". 

Letto 620 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 645 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.