Andreoletti: "Affrontiamo una squadra organizzata..."

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Matteo Andreoletti, domani al Francioni senza il supporto dei tifosi, è ad un bivio della sua stagione. Oggi in conferenza ha presentato Latina-Benevento. Queste le sue parole:

"Il nostro momento non è felicissimo, dobbiamo dare delle risposte importanti soprattutto a noi stessi. Gara complicata quella di domani come, del resto, lo sono tutte o quasi in questo campionato. Tello è stato gestito in settimana e ci sarà, Terranova è out. Con l'Avellino abbiamo offerto una buona prestazione ma non è bastato, dobbiamo fare di più. Ripartire dopo la sconfitta nel derby non è stata una passeggiata, il presidente Vigorito ha mosso le sue perplessità in merito a diverse situazioni, come giusto che sia perché è il proprietario. Io e il Direttore abbiamo dato le nostre motivazioni, non cercando alibi, lottando come fatto in ogni partita, vogliamo dare delle risposte al pubblico e a lui, perché si merita altro. Cerco di non toccare le cose che funzionano nelle mie squadre. Da allenatore ho l'obbligo di valutare la prestazione che mi ha soddisfatto. Per la rosa che alleno non sono in condizione di potermi lamentare. In difesa ci sarà Capellini, devo valutare Masciangelo che si è bloccato con la schiena. Ho dubbi su Pinato che sta rientrando e non so quanti minuti ha, mentre Talia si porta dietro un vecchio problema. Marotta e Ferrante in tandem hanno fatto bene, i presupposti per fare gol ci sono stati. In questo momento dobbiamo essere più bravi dell'episodio. Oggi avere due attaccanti ci permette di essere più verticali, poi in corsa devi fare delle valutazioni diverse ma vedremo come sarà la partita. Sul mercato di gennaio dico qualcosa che il presidente ha già svelato. Gestire sul campo 32 calciatori è molto complicato, quindi il fatto che siamo troppi penso sia sotto gli occhi di tutti. Questo riguarda il futuro che al momento non mi interessa perché penso alla partita di domani. Escludere oggi un calciatore perché nelle dinamiche potrebbe uscire a gennaio vorrebbe dire penalizzare la mia squadra e non me la sento di farlo. Andranno in campo i calciatori che mi danno maggiori garanzie. Carfora ha delle grandi prospettive, ma dobbiamo capire se altrove giocherebbe. Questa valutazione si può fare con dei giovani, ma se non ci sono queste condizioni credo che sia giusto tenerli qui, è un patrimonio della società da valorizzare al massimo. Domani c'é il Latina, mi aspetto un avversario complicato, in casa hanno fatto un po’ più fatica. Ci servirà una prestazione gagliarda contro una squadra che ha ritmo, dovremo potarci gli episodi dalla nostra parte. Pareggiando l’intensità potremmo far valere l’impatto fisico che ci contraddistingue. Affrontiamo una squadra organizzata ma abbiamo lavorato in settimana per scardinare le loro qualità."

Letto 867 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 583 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.