Andreoletti: "Anche domani non sarà facile"

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Matteo Andreoletti ha presentato il match di domani contro il Sorrento che si disputerà sul campo neutro di Potenza. Queste le sue parole:

"Anche quella di domani non sarà una gara semplice, è vero che da quando sono qui non ho mai provato la settimana tipo di preparazione ma ho 32 calciatori e non posso lamentarmi delle assenze. E' altrettanto vero, però che l'assenza di Pinato, conta tantissimo per noi in mezzo al campo. Dal punto di vista della qualità non stiamo facendo qualcosa di straordinario, ma chi indossa la maglia del Benevento ci mette sempre il cuore. Dobbiamo pensare da dove siamo partiti, quando c'era una squadra a cui non interessava la causa. Oggi ho una squadra che sbaglia, ci prova e che ci mette l'anima e il cuore. Ho rivisto la gara contro il Picerno per ben due volte e sono sempre più convinto che dagli errori cresceremo. Al fianco di Agazzi stiamo pensando di mettere due calciatori che danno qualità, non so se Kubica partirà dall'inizio, lui è molto duttile e può essere sfruttato in varie zone del campo, domenica i suoi compagni lo hanno sfruttato bene. Il Sorrento è più avanti di noi come collettivo, gioca con un 4-3-3 molto propositivo ed offensivo, gli avversari vanno sempre temuti e rispettati perché col nome, col curriculum e col passato non si vincono le partite. Quello che dobbiamo fare è di andare alla ricerca del dominio della partita per il maggior tempo possibile. Non deve essere una vergogna mettersi dietro la linea della palla. Non sono soddisfatto di come si esprime oggi il Benevento, ma poi bisogna contestualizzare le situazioni. Siamo secondi a tre punti dalla prima, delle squadre retrocesse dalla B siamo la migliore per punti fatti, di quelle che davano per favorite non ne abbiamo nessuna davanti, veniamo da sette risultati utili consecutivi. Ho parlato con Tello anche in gruppo, certi atteggiamenti verso chi paga il biglietto non devono più ripetersi. E' molto dotato tecnicamente, sto cercando di recuperarlo alla causa perché si sa che è uno che voleva essere ceduto ma poi non ci sono state le condizioni. Per Terranova è solo questione di condizione, mi piacerebbe cominciare a dargli più minutaggio ma il nostro obiettivo è quello di vincere le partite e a volte le due cose sono inconciliabili. Non penso al trittico terribile che ci aspetta, penso solo a domani. Marotta ci sarebbe servito come il pane per dare un po' di recupero a Ferrante, ci affideremo per questo compito a Sorrentino, ragazzo sul quale crediamo molto."

Letto 581 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 688 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.