Andreoletti: "Ho una squadra di soldati pronti..."

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Prima, vera, conferenza stampa di Andreoletti in vista del match di domani contro la Turris. Queste le sue parole:
"Non vedevo l'ora che terminasse il calciomercato, è difficile lavorare con i trasferimenti aperti. Il Direttore ha saputo centrare tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati alla vigilia sia con la cessine di chi non ritenevamo parte del progetto,sia con l'ingresso di chi dovrà darci una mano in questo difficile campionato: oggi ho una squadra di soldati pronti a combattere. Non mi stancherò mai di ripeterlo: tutte le componenti dovranno remare dalla stessa parte sevogliamo andare lontano.Non ho alcun problema perché ho una rosa ampia e di qualità. A centrocampo abbiamo qualche problema in più per questione di sfortuna. Abbiamo Agazzi, Alfieri, Kubica in quella posizione, così come Agnello che ha trovato delle difficoltà come tutti contro il Picerno. In settimana abbiamo lavorato molto, c'è anche l'ipotesi della difesa a tre: ci stiamo ragionando. Non so se snaturarci potrebbe essere la soluzione migliore, ma abbiamo dei calciatori per sopperire a quella zona del campo. E' arrivato all'ultimo minuto Pierluigi Simonetti, lui non  ci conosce ma noi conosciamo lui: un giovane di valore, viene da una stagione importante. A centrocampo abbiamo qualche problema in più per questione di sfortuna. Abbiamo Agazzi, Alfieri, Kubica in quella posizione, così come Agnello che ha trovato delle difficoltà come tutti contro il Picerno. In settimana abbiamo lavorato molto, c'è anche l'ipotesi della difesa a tre: ci stiamo ragionando. Non so se snaturarci potrebbe essere la soluzione migliore, ma abbiamo dei calciatori per sopperire a quella zona del campo. Ho lasciato a casa Tello perché l'ho visto frastornato dopo il mancato trasferimento, lo stesso vale per Improta e Karic, torneranno a disposizione dalla prossima settimana. A tutti chiedo una sola cortesia, ripartiamo da zero e non pensiamo ai tempi che furono, se non siamo bravi a resettare, rischiamo di compromettere la nuova stagione. Turris è un avversario tosto, é una squadra giovane, pimpante, che fa un calcio molto aggressivo. Per qualche tifoso può sembrare svilente affrontare la Turris ma se pensiamo che gli avversari si scansino, allora non abbiamo capito niente, se pensiamo che ci chiamiamo Benevento perché due anni fa si stava in Serie A, allora si farà fatica. I tifosi devono sapere che per vincere a Torre del Greco ci vorrà una grande prestazione ma sono convinto che i ragazzi non mi tradiranno. Dovremo capire molto in fretta dove siamo. Ho visto le prime due gare di serie C e non sarà per niente una passeggiata".
Letto 1651 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 733 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.