Catanzaro, Cosentino: "Me ne vado"

Vota questo articolo
(0 Voti)

cosentino catanzaroMe ne vado, lascio il Catanzaro. Non ho più spirito, non ho più entusiasmo, non ho più passione. Ho buttato venti milioni in questi quattro anni, adesso basta. Abbiamo toccato il fondo con i fischi e le polemiche e non intendo andare avanti. Mi sento vuoto e voglio lasciare spazio a chi è più bravo di me. Si faccia avanti qualunque imprenditore e cederò la società a costo zero con tutti gli stipendi pagati fino all’ultimo giorno di mia presidenza. Mi riprendo la fideiussione e vado via. Se non dovesse arrivare una offerta subito – dice il numero uno giallorosso a catanzaroinforma.it con una voce dimessa e sofferente – a giugno andrò dal sindaco per dargli l’Uesse. Io ho finito la mia epoca. Garantirò un campionato dignitoso per lasciare la squadra senza debiti e in Lega Pro, ma vado via. Lo scorso anno ho speso 5,5 milioni, quest’anno ne spenderò un paio in meno. Sono solo ed è chiaro che c’è un’ombra oscura contro di me: qualcuno che conta in questa città non mi vuole. La gente non ha apprezzato il mio sacrificio e la mia passione per una squadra ed una città non mia. Sono venuto a Catanzaro carico di entusiasmo e me ne sono innamorato subito, ma adesso sono stufo. Basta, è deciso. Io me ne vado perchè questa città è manovrata da gente che non vuole il bene del Catanzaro. Me ne vado. Subito o a giugno, attendo solo che qualche imprenditore catanzarese sia disposto a rilevare la squadra a costo zero. Non ho altro da aggiungere".

Letto 5794 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 760 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.