Vigorito: "Ci rialzeremo anche stavolta"

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Oreste Vigorito è stato l'unico a parlare dopo il pareggio casalingo contro la Carrarese che ha tarpato, ancora una volta, le ali della promnozione al Benevento:

"Ho l’esperienza per tenere un attimo di tranquillità e voglio tenere preservati l'allenatore e i calciatori. Ho l'obbligo di ringraziare tutti i tifosi non solo per il tifo di questi ultimi 90 minuti ma per tutto ciò che sa fare nei momenti difficili. Aver sottolineato una sconfitta che brucia con applausi e cori alla squadra è una cosa che mi fa pensare che con questa città, con questa gente nei momenti importanti ci si ritrova, probabilmente perché abbiamo gli stessi valori. Vincere è importante, ma lo è anche perdere con dignità. Il difficile non è cadere, ma rialzarsi e noi lo faremo anche questa volta continuando a portare avanti un progetto. Vorrei ricordare a chi seguì la conferenza stampa di presentazione con Carli che dicemmo che era arrivato il momento di cambiare strategia, cercando soprattutto la valorizzazione dei ragazzi del nostro settore giovanile. E' stata un'annata difficilissima, abbiamo dovuto gestire 33 calciatori, tanti volevano andare via qualcuno è rimasto. Avevamo due obiettivi, raggiungerli entrambi sarebbe stato un sogno: abbiamo raggiunto il primo, perchè oggi i giovani fanno la ricchezza del Benevento e si può ripartire da loro, da quelli che si sono integrati e con loro cercheremo di mettere su una squadra per il 19° anno di fila. Già la retrocessione è stata traumatica, poi ci aggiungi le difficoltà del mercato e quelle di un campionato a cui non eri abituato, essere arrivati in semifinale significa aver fatto meglio di altre retrocesse dalla B. Il settore giovanile quest’anno è arrivato nelle fasi finali a tutti i tornei a cui ha partecipato. Questo ci dice che dietro c’è un’onda che continua a spingere e forse potremo trovare qualche altra sorpresa il prossimo anno. Ci saranno anche calciatori che torneranno ma dipende da come e con che testa. L'anno scorso li abbiamo mandati a giocare fuori anche pagango loro l'ingaggio, se servirà li manderemo ancora fuori. La mia soddisfazione stasera è quella per cui vengo a trasferirvi uno stato d'animo: abbiamo perso, ma torneremo un'altra volta. Non sono deluso ma il mio rammarico è quello di non aver vinto prima, avrei volentieri evitato di fare i play off. Stasera non siamo stati fortunati, siamo arrivati tante volte davanti alla porta avversaria e non abbiamo segnato. Questo è un gap su cui dobbiamo riflettere. Aver riacquistato la fiducia in un mondo che non è esattamente riconoscente a chi investe, mi dà grande serenità. Io quest’anno ci ho rimesso altri 12 milioni, per fare la Serie C. Ripartiremo da Auteri? Questo si vedrà, lui è seduto su una sedia ma senza contratto. Lo firmerà dopo che la Società gli avrà illustrato i suoi programmi, se ci sarà convergenza...."

Letto 326 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 452 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.