Benevento-Foggia: sfida che conta già molto

Vota questo articolo
(0 Voti)

bn foggia 023

 

Domani Benevento-Foggia: terza giornata di campionato ed una sfida che sa già di resa dei conti tra due squadre, dai più, indicate come protagoniste della stagione. Auteri e De Zerbi, i due tecnici, la stanno preparando con meticolosità ma anche con preoccupazione, soprattutto per quanto riguarda la situazione infortuni. Nel Benevento, si sa, ieri hanno proseguito con il differenziato Campagnacci, Marotta e Mucciante mentre ha svolto lavoro fisioterapico per Padella. Nel Foggia, (ultimi tre giorni di allenamento blindati e a porte chiuse per tutti), il nodo riguarda soprattutto la sostituzione dell'infortunato Marcello Quinto. Due le possibili alternative: La prima prevederebbe l’avanzamento di Coletti nel ruolo di mediano con l’innesto di Loiacono in difesa a far coppia con Gigliotti, l’alternativa prevede la conferma di Coletti in difesa e il terzetto di centrocampo composto da Gerbo, Agnelli e Riverola. Novità anche in attacco per il Foggia in quanto, De Zerbi, sembra orientato a schierare il tridente visto all'opera nel finale contro il Catanzaro: Sarno, Viola e Iemmello. Partita già decisiva per campionato, dicevamo, le due squadre hanno gli stessi punti in classifica ma i giallorossi hanno da recuperare, mercoledì, la gara con il Messina. I satanelli non sono partiti bene (sconfitta all'esordio senza attenuanti a Pagani e pari in casa con il Catanzaro) e De Zerbi ha grande voglia di riscatto e, a sentirlo, mira ad ottenere i tre punti. Vuole caricare la squadra? Certamente, ma i sanniti faranno bene a non prendere sotto gamba la sfida, un eventuale scivolone avrebbe effetti deleteri per l'intero ambiente giallorosso.

Letto 5386 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Utenti on line

Abbiamo 666 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.