Cannavaro: "In campo si gioca undici contro undici "

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Fabio Cannavaro, poco prima di partire per Bolzano dove la sua squadra affronterà il Sudtirol, ha presentato il match in conferenza stampa. Queste le sue parole:

"In campo si gioca undici contro undici e in settimana, nonostante le tante assenze, mi sono concentrato solo su questo. Ho lavorato soprattutto sull'aspetto fisico e mentale perché i "superstiti" sono a corto di condizione e hanno nelle gambe meno di un'ora. La paura che ho visto nel primo tempo di domenica la dobbiamo elimianre subito, non possiamo giocare con il freno a mano tirato perché fare la guerra con il freno a mano tirato non conviene. La partita con l'Ascoli deve essere subito archiviata, col Sudtirol abbiamo tutto da perdere. E' la classica partita in cui se vinci è normale, se perdi saremo criticati. Non possiamo permetterci ancora una volta di regalare un tempo. A Bolzano dovremo essere molto equilibrati e non fare in modo che i braccetti di difesa stiano troppo stretti e che non giochino la palla con il resto della squadra. Siamo in emergenza in difesa ma io non posso giocare (ride), vediamo se domani Letizia potrà fare il quarto di difesa dove ho solo tre disponibili e dovrò gestirli con oculatezza. Siamo pochi ma quando sono arrivato non ho chiesto nulla alla Società perché se non recupero tutti i calciatori della rosa non posso valutare la squadra a mia disposizione e vedere dove poter intervenire nel mercato di riparazione. Ciano ha le caratteristiche di un falso nueve. In avanti hanno tutti pochi minuti nelle gambe, dovrò gestirli. La Gumina è rientrato, ha fatto due allenamenti con la squadra. Non mi va di rischiarlo. Devo cercare di far capire ai ragazzi che solo attraverso una buona prestazione possiamo arrivare a un risultato importante. Non posso sperare di vincere senza proporre nulla. Dobbiamo essere consapevoli che attraverso una buona prestazione di squadra arriviamo al risultato. Mi piace proporre gioco e che i centrocampisti si sappiano inserire. Tello e Karic sono due esempi, c'è bisogno dei tempi giusti e di coraggio. Improta può giocare come esterno alto, come quinto. Può fare anche la mezzala. E' un calciatore di corsa, con le dovute caratteristiche può essere paragonato a Fuser perché è molto attento in fase difensiva ma ha una buona spinta in avanti". 

Letto 523 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Meteo

Parse error in downloaded data

Utenti on line

Abbiamo 391 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.