Conferenza stampa post calcimercato

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Nella sala stampa del Ciro Vigorito sono intervenuti oggi il ds Pasquale Foggia e il tecnico Fabio Caserta.

FOGGIA

"E' stato un mercato breve e intenso nella sua seconda parte. All'inizio abbiamo rimpinguato la rosa, poi, anche per esigenze dicambio modulo dell'allenatore, abbiamo preso calciatori adatti all'esigenza. Vogliamo fare un campionato dignitoso, poi scopriremo alla fine cosa significhi. Barba aveva manifestato la volontà di cambiare all'inizio ma solo a poche ore dalla chiusura si sono realizzate le condizioni giuste per noi e per lui. Grande prfessionista al quale va il ringraziamento di tutti per quello che ha dato. E’ cambiata la strategia perché è cambiato, ripeto, anche il sistema di gioco. L’affare Ciano-Insigne, ad esempio, non poteva svilupparsi. Dietro, giocando a tre, serviva un over e abbiamo preso Veseli. C’è stata l’opportunità Simy perché avevamo bisogno di caratteristiche diverse. Kubica è un duemila, Schiattarella aumenta il livello di esperienza. I giovani che sono rimasti, mi riferisco a Basit, Sanogo, possono avere mercato anche all'estero. Valuteremo qualcosa in questo senso. Col Presidente ci siamo sentiti durante e a fine mercato, era soddisfatto anche lui per tutto quello che è stato fatto. Adesso non bisogna fare voli pindarici ma tenere i piedi per terra. Il mercato non lo ha fatto solo il Benevento, ci sono tante squadre forti. Bisogna rimanere concentrati sui nostri obiettivi, mettendo in campo voglia e determinazione. Dobbiamo avere la consapevolezza di essere competitivi, sempre con la giusta umiltà".

CASERTA

"Sono arrivati elementi importanti per la categoria, inseriti in un  gruppo importante e forte, la società è stata brava a intervenire. Ringrazio pubblicamente chi è partito per quello che hanno fatto e che hanno dato. La responsabilità le sento dal primo giorno. Adesso dobbiamo fare tutti qualcosa in più. Non do peso al fatto di essere messo in discussione ma dobbiamo solo continuare a lavorare per dare il massimo. Adesso sta a me il saper scegliere chi mandare in campo, abbiamo più soluzioni per ogni ruolo. In difesa Veseli ha ricoperto tutti e tre i ruoli, ha giocato anche terzino ed è molto duttile. Leverbe può fare il braccetto di sinistra, come Pastina. A centrocampo è arrivato Kubica che può fare tutti e tre i ruoli, diamogli il tempo di imparare la lingua e il calcio italiano, sarà una pedina importante. E' arrivato, poi, Schiattarella che con la sua esperienza ci darà una grossa mano. Non saranno della partita nè lui nè Leverbe, sono appena arrivati. A Venezia sarà una partita difficile contro una squadra forte. Ha delle qualità molto elevate. Dovremo essere bravi ad affrontarla con lo spirito giusto, non timorosi, ma con la mentalità di una squadra che dovrà lottare palla su palla. Nulla di ancora deciso per domani,ho solo Letizia che non vorrei rischiare per il problema alla spalla, tutti gli altri potrebbero essere della contesa."

Letto 628 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Meteo

Parse error in downloaded data

Utenti on line

Abbiamo 347 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.