Caserta: "Conosco solo un verbo: lavorare"

Vota questo articolo
(1 Vota)

 

 

 

Un Fabio Caserta amareggiato commenta la sconfitta contro il Cosenza di Dionigi:

"Con il Presidente non ho parlato, il suo malumore lo ha esternato direttamente alla squadra. Le valutazioni le fa la Società, io di soluzioni, oltre al lavoro, non ne vedo. Non posso condannare i ragazzi per l'atteggiamento ma certamente potevano dare di più in campo. Non è possibile che alla prima rete subita o alla prima azione pericolosa degli avversari non ci sia reazione. E' un problema mentale sul quale dovremo lavorare. Dopo il gol di stasera c’era mezz’ora di partita, dovevamo rimanere in gara. Durante la partita bisogna assumersi delle responsabilità. Dobbiamo guardare avanti, pensare già da domani alla prossima che poi sia a Genova conta poco o nulla. Non sono preoccupato del mio futuro perché noi allenatori viviamo di risultati. Se mi preoccupo di questo dovevo fare un altro mestiere. Il pre campionato non è stato positivo ma anche rispetto alla gara di Coppa Italia, ho visto progressi evidenti. Ho operato tanti cambi perche alcuni ragazzi erano sulle gambe, peccato che quelli che sono entrati non abbiano fatto bene. A questa squadra manca certamente un vice Viviani che non ce la faceva più ed era anche ammonito e anche per questo ho giocato con due punte."

Letto 461 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Meteo

Parse error in downloaded data

Utenti on line

Abbiamo 797 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.