I derby d’Italia: quando in gioco c’è più di una partita di calcio

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

 

Ci sono partite più sentite di altre, spesso perché possono valere un’intera stagione, altre volte perchè si può accettare di perdere con tutti ma non con "quelli lì". I derby di calcio più sentiti d’Italia sono questo e molto altro, solo chi è tifoso può capire cosa si prova durante queste partite. Spesso sono stracittadine, in altri casi si tratta di squadre che in comune hanno la regione, ma poco importa, il livello di campanilismo raggiunge livelli esasperati e ciò vale sia per il massimo campionato sia per quelli minori. Certo, a volte capita che gli animi si esasperino tanto da scatenare dei disordini ma ricordiamo che il calcio è un gioco cosa che ben sapeva l'indimenticato Carmelo Imbriani.

 

Roma - Lazio

Il derby della Capitale è uno dei più accesi. La rivalità tra le tifoserie dei due club romani è davvero tanta. Se c’è un calciatore che più di tutti ha incarnato la suddetta rivalità, questo è Francesco Totti.

Come dimenticare la sua maglia con la scritta “Vi ho purgato ancora”?. Beh in effetti per un romanista come il capitano dei Giallorossi segnare alla Lazio deve essere l'equivalente di un gol vittoria in finale di Champions League.

Purtroppo però, il derby Roma - Lazio è anche legato a un evento molto drammatico come la morte di Vincenzo Paparelli. Era il 28 ottobre del 1979. Il tifoso della Lazio era seduto in Curva nord in attesa che cominciasse la partita.

Stava mangiando un panino quando un razzo partito dalla Curva Sud dove c’erano i tifosi della Roma, lo centrò in un occhio, uccidendolo. Vincenzo Paparelli morì a 33 anni sotto gli occhi della moglie che era allo stadio con lui.

 

Sampdoria - Genoa ovvero il derby della Lanterna

Un’altra stracittadina molto sentita è il derby della Lanterna, ossia, la sfida tra il Genoa e la Sampdoria. Si tratta di due squadre che hanno vissuto alterne fortune. Non club di vertice, ma con due tifoserie spettacolari che condividono il Luigi Ferraris che due volte l’anno diventa non solo casa comune, ma anche condivisa per un derby che si gioca non solo in campo ma anche sugli spalti.

 

Milan - Inter

Dall’elenco delle stracittadine non può mancare il derby della Madonnina. Milan e Inter sono tra le squadre più titolate d’Europa. La loro storia è costellata di campioni di fama internazionale, gente che può davvero dire di aver vinto tutto quello che c’era da vincere.

Se la storia del Milan è legata soprattutto ad Arrigo Sacchi che in squadra ha avuto i tre olandesi van Basten, Gullit e Rijkaard senza dimenticare mostri sacri del calibro di Capitan Baresi e Paolo Maldini, dell’Inter si ricorda quella di Helenio Herrera e Mourinho, l’eroe del Triplete.

Juventus - Torino

Il derby della Mole spesso ha visto in campo due squadre che non potevano giocarsela alla pari. La Juventus è la squadra italiana con più campionati vinti. Gli anni del Grande Torino, invece, sono lontani. Tuttavia anche se nel recente passato i due club hanno competuto per obiettivi diametralmente opposti, in campo il gap tecnico spesso è stato colmato dal grande agonismo del Toro.

Letto 154 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Meteo

Parse error in downloaded data

Utenti on line

Abbiamo 391 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.