Caserta: "Affronteremo una squadra che sta facendo bene"

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Fabio Caserta, alla vigilia della trasferta in casa di una delle attuali capoliste del campionato, ha presentato la partita. Queste le sue parole:

"Affronteremo una squadra che sta facendo un campionato importante e che ha qualità, non è vero che è stata costruita per salvarsi. Sarà una gara difficile perché oltre alla bravura dell'Ascoli, ci sono anche le qualità dell'allenatore soprattutto dal punto di vista caratteriale, allenatore Sottil con il quale abbiamo fatto un tratto di percorso insieme, già l'anno scorso ha fatto un girone di ritorno importantissimo. Con il Lecce non abbiamo fatto una partita all'altezza delle precedenti per la bravura dell'avversario che è riuscito a sbarrarci le linee di passaggio, é su questo aspetto che dobbiamo migliorare. Domani saranno della partita sia Glik che Lapadula ma ancora non so se dall'inizio. Acampora, fisicamente è migliorato, gli manca solo il ritmo partita. In avanti ho Sau, un giocatore che ha delle qualità tecniche importanti. Ci dà una grossa mano nella manovra. Sicuramente con uno vicino può rendere di più, ma anche da solo è bravo a trovare gli spazi e a far giocare bene la squadra. Non sono preoccupato se i miei non fanno gol per due partite di fila, mi interessa che creino tante occasioni, prima o poi si concretizzeranno. L'ultimo arrivato, Vogliacco, ha delle caratteristiche importanti, può giocare sia in un centrocampo a due che a tre. Ha un fisico ben strutturato. Si inserisce in un reparto che ha già degli elementi importanti. Ci darà una grande mano perché ha qualità, poi potrà darci anche freschezza perché giovane". 

Letto 240 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Meteo

Parse error in downloaded data

Utenti on line

Abbiamo 419 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.