Stampa questa pagina

Fabio Caserta: "Il Lecce ha giocato megio e avrebbe...."

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Fabio Caserta, al termine dello 0-0 casalingo contro il Lecce, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

LETTURE. “Nei primi minuti abbiamo forzato troppo la giocata e ci siamo esposti a ripartenze pericolose. Non abbiamo fatto una grande partita ma più per demerito nostro che per bravura del Lecce”.

SECONDO TEMPO. “Noi in difficoltà? No, sono stati bravi loro, hanno giocato meglio di noi. Abbiamo approcciato bene la gara, ci prendiamo un punto importante e da questo ripartiremo. Il Lecce ha giocato meglio di noi, lo ripeto, senza ombra di dubbio. Le mie scelte? Ci sono anche gli avversari e vanno dati i loro meriti. Noi abbiamo sbagliato tanto in possesso palla subendo tanto. Non ci dobbiamo cullare o pensare che ogni gara sia facile e noi oggi non ci siamo espressi bene. Mi prendo l’impegno: i ragazzi hanno dato tutto”.

EQUILIBRIO. “Non abbiamo perso equilibrio, c’è da lavorare, bisogna migliorare su aspetti mentali. Ci saranno momenti in cui dovremo saper leggere, oggi non siamo stati bravissimi e non ci dobbiamo abbattere se arriva una partita non bella. Quando il centrocampo in generale non gira alla perfezione ne risente tutta la squadra. Non era un problema oggi solo del centrocampo, abbiamo sbagliato tanto in fase di possesso. Le ripartenze del Lecce sono nate tutte da palle perse, da palle forzate. Questo dobbiamo migliorare e lavorare tanto, perché quando troveremo delle squadre che si chiudono e ripartono dobbiamo essere bravi a non forzare la giocate. Oggi Calò era un po’ sottotono, ma non è stato l’unico.”.

ZERO DRAMMI. “Abbiamo attaccato poco la profondità, loro erano bravi a chiudere gli spazi ma non faccio dei drammi. Oggi abbiamo fatto non benissimo e faccio i complimenti al Lecce. Noi viviamo in base ai risultati, abbiamo fatto una grande gara a Parma e c’è stato il pari, abbiamo vinto con l’Alessandria e oggi non abbiamo fatto una buona gara, pazienza. Da lunedì iniziamo a pensare alla prossima, non cambieremo il nostro lavoro in base a chi affronteremo. Dobbiamo continuare a lavorare perché ci saranno momenti di difficoltà in ogni gara e dovremo saperli gestire”

Letto 285 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti