La Casertana non si ferma, pareggio allo Stretto, vince il Lecce

Vota questo articolo
(0 Voti)

2015 2016

Tutto facile per la Casertana ad Acireale. I falchetti pur non disputando una gara da ricordare, passano nelle prime due occasioni avute on Agyei e Alfageme e poi contengono un Akragas mai pericoloso. De Angelis, nella ripresa rende più corposo il bottino siglando una doppietta.

Akragas(4-3-3) – Vono; Salandria, Marino, Capuano, Sabatino; Aloi (28′ st. Cristaldi), Almiron, Zibert; Leonetti (8′ st. Roghi), Di Piazza, Mauri (1′ st. Madonia). A disp.: Maurantonio, Fiore, Savanarola, Vicente, Cristaldi, Capraro, Greco, Cappello, Lo Monaco, Alfano. All.: Nicola Legrottaglie
Casertana (3-5-2) – Gragnaniello; Idda, Rainone, Murolo; Mangiacasale (38′ st. Finizio), Agyei (21′ st. De Marco), Rajcic, Mancosu, Tito; Alfageme, De Angelis (29′ st. Ciotola). A disp.: Maiellaro, Gala, D’Alterio, Kuseta, Pezzella, Negro. All.: Nicola Romaniello
Arbitro:  Fabio Piscopo di Imperia. Assistenti : Daniele Stazi di Ciampino e Matteo Bernardino di Bologna
Reti: 18’ Agyei, 42’ Alfageme, 52’ e 72’ De Angelis
Ammonit: De Angelis, Murolo (Casertana);  Zibert, Capuano, Vono (Akragas)
In riva alo Stretto vince il Tifo, pareggiano Messina e Catania. Berl 18.500 spettatori e coreografie spettacolari non bastano a far vincere una delle due contendenti. Ora il Messina si ritrova a 4 punti dalla capolista Casertana.
 
Messina (4-3-3): Berardi; Palumbo, Martinelli, Parisi, De Vito; Fornito, Baccolo (61' Zanini), Giorgione; Barraco (90' Russo), Cocuzza, Padulano (70' Salvemini). A disp. Addario, Biondo, Barilaro, Frabotta, Burzigotti, Fusca  All. Di Napoli
Catania (4-3-3): Bastianoni; Parisi, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella; Agazzi, Musacci (53'Russo), Scarsella; Russotto (9' Plasmati, (82' Rossetti)), Calil, Calderini. A disp. Ficara, Ferrario, Bacchetti, Garufo, Sessa, Lulli, Barisic, Di Grazia.. All. Pancaro
Arbitro: Carlo Amoroso di Paola. 
Assistenti: Paolo Bernabei di Tivoli e Alfonso Annunziata di Torre Annunziata
Corner: 4-4
Recupero: 4’ e 5’
Spettatori paganti 18426
 
LECCE-COSENZA 1-0
Quarto 21-0 su 5 gare del Lecce da quando è subentrato Braglia che schiere i giallorossi con il 3-4-3 con i tre frombolieri Surraco, Moscardelli e Doumbia. Ora il Lecce torna a sognare la vetta del girone C.
 
RETI: 5’st Surraco

LECCE: Perucchini, Freddi, Legittimo, Lepore, Abruzzese, Camisa, Doumbia (44’st Carrozza), Papini, Moscardelli (28’st Curiale), Surraco, Vecsei (15’st Suciu). A disp: Bleve, Lo Bue, Liviero, Pessina, Diop, Cosenza, Gigli, Beduschi. Allenatore: Braglia

COSENZA: Perina, Corsi, Ciancio (23’st Blondett), Arrigoni, Tedeschi, Pinna, Criaco (32’st Vutov), Fiordilino, Arrighini, Raimondi (15’st La Mantia), Statella. A disp: Saracco, Soprano, Di Somma, Guerriera, Minardi, Ventre. Allenatore: Roselli

ARBITRO: Paolini di Ascoli Piceno (Evoli di Bologna-Spiniello di Avellino)

NOTE: Pomeriggio nuvoloso, temperatura 18°, terreno di gioco in mediocri condizioni. Prima della gara è stato osservato un minuto di riposo in ricordo delle vittime degli attentati di Parigi. Spettatori: 8673. Ammoniti: Abruzzese (L), Corsi, Fiordilino, Blondett (C). Recupero: 2’pt, 4’st.

 
Letto 1556 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Caccia alle Streghe

Meteo

  • 31 May 2020

    Partly Cloudy 18°C 8°C

  • 01 Jun 2020

    Partly Cloudy 18°C 11°C

Utenti on line

Abbiamo 444 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.