Stampa questa pagina

Inzaghi: "Giocare con i forti dovrà essere un divertimento"

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Pippo Inzaghi ha presentato in conferenza stampa la gara che aspetta il suo Benevento, domenica sera, contro la Roma di Fonseca. Ha esordito parlando dei nazionali:

"Stanno tutti bene al rientro anche se hanno disputato due gare. La condizione mi è parsa buona. In questa settimana abbiamo lavorato bene e recuperato anche Tello che torna a disposizione. Nella prossima settimana spero di recuperare anche Viola. Ci dispiace abbia perso così tanti mesi, ma adesso è sulla via della guarigione completa. Sarà un grande acquisto, sono felice di vederlo in forma Lapadula ha lavorato regolarmente, per cui penso sia pronto: devo decidere se farlo partire o inserirlo nell'ultima mezz'ora tanto lì davanti ho sempre Sau che è in forma e il giovane Di Serio che scalpita. Contro la Roma e contro questo tipo di squadre il giocare deve essere un divertimento, nessuno scommetterebbe un euro sul Benevento. La Roma è un’ottima squadra, gioca all’attacco e dovremo fare la classica partita perfetta. Non partiremo battuti, dovremo fare la nostra gara senza snaturarci. Certo sappiamo di dover fare il 120% e sperare che loro siano al 50% ma faremo la nostra partita perché ci siamo meritati di giocare all’Olimpico. Sono contento che il Benevento di tre anni fa sia stato dimenticato, dobbiamo tenere i piedi per terra ma iniziano a vederci con occhi diversi. Queste sfide devono servirci per crescere e per imparare dagli errori che faremo, sperando di farne il meno possibile, dovremo correre più deli altri e commettere meno errori possibile. Sugli esterni difensvi, in  questo momento ho tre giocatori per due posti. Maggio e Letizia li conosco bene e sono due garanzie, Foulon è un giovane che mi piace molto per intraprendenza e forza, gli dovremo dare modo anche di sbagliare. Tello può essere una risorsa ma il suo ruolo principale è quello di mezzala. Da terzino giocherà solo in emergenza o se dovremo recuperare una partita. Sugli avversari, ho letto che Smalling è in forse ma non credo che sposti la forza della Roma. Loro giocano bene, Fonseca è un ottimo allenatore che a me piace molto. Lapadula, Iago Falque e Caprari sono tre elementi fondamentali che quando cresceranno permetteranno a tutti di migliorare e potranno farci vedere il futuro un po' più roseo".

Letto 216 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti