Stampa questa pagina

Ds Foggia: "Dobbiamo uscirne fuori. Resta la fiducia ma ..."

Vota questo articolo
(1 Vota)

Terminata la gara contro lo Spezia, ai microfoni di Ottochannel, le parole del Ds del Benevento Calcio, Pasquale Foggia:

“La Società comunica che continuerà il ritiro. Conosciamo il momento particolare e dobbiamo fare tutti un esame di coscienza. Non entro in merito sugli infortuni perchè non cerchiamo alibi. Tutti dobbiamo dare qualcosa in più e mi riferisco ad avere la voglia, quella vera, non a parole. E' impensabile vedere delle prestazioni così. Oltre alla bravura degli avversari, commettiamo errori. È un peccato perché c'è la qualità, la stessa di inizio campionato. La fiducia nell'allenatore c'è ma non è incondizionata, adesso siamo tutti sotto esame compreso me. Se penso singolarmente ai giocatori e a quello che dimostrano durante la settimana, sarei il primo ad accorgermi che qualcosa non va. Ma vedo come lavorano, tutti i giorni, ed è quello mi fa rabbia e mi fa stare male. Abbiamo in mano qualcosa di troppo importante è un peccato lasciarlo andare. Se volete mettere l'allenatore avanti lo potete fare ma, in campo ci vanno i giocatori. Loro hanno la cattiveria ma all'improvviso c'è un black out e momenti di pura follia. Lo Spezia ha meritato perché ha cacciato fuori la voglia. Incomprensioni tra allenatore e giocatori? Non ho mai percepito una situazione del genere anzi, se dovesse essere così, il Benevento viene prima di tutto e farei altre considerazioni. Ci vuole il cuore e il sangue che scorre nelle vene. Colpe? Attualmente ognuno deve essere onesto con se stesso. In primis ci sono io poi, l'allenatore e dopo la squadra. Stasera torniamo in città, poi ci recheremo a Venticano per il ritiro".

Sonia Iacoviello

Letto 882 volte

1 commento