Coda: "Sistematicamente penalizzati da episodi che cambiano una gara"

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Massimo Coda al termine della sfortunata gara persa contro il Cagliari ai microfoni di ottochannel:

"Abbiamo fatto una bellissima partita ma come al solito ci siamo fatti raggiungere nel recupero e addirittura l'abbiamo persa. Abbiamo accerchiato l'arbitro soprattutto per il secondo giallo non dato a Castan: Cagliari in 10 e noi in vantaggio e sarebbe stata tutta un'altra storia. Veniamo troppo spesso penalizzati da certe situazioni che cambiano una partita.
Il mister mi aveva raccomandato di conservare le energie per essere più lucido sotto porta ma il mio carattere mi porta sempre a dare tutto e nell'occasione che ho avuto ho chiuso troppo il colpo e la palla è uscita di poco. Sicuramente quello che manca a noi è un po' di buona sorte".

Letto 1035 volte

1 commento

  • Andrea
    Link al commento inviato da Andrea
    Lunedì, 19 Marzo 2018 13:51

    Sono un tifoso del Cagliari. Da sempre. Da quasi 60 anni. Che dire: pesando il tutto il Benevento meritava la vittoria. Vorrei dire che non c'entrano le decisioni arbitrali, oltre a Castan ci sarebbe stata anche un'altra espulsione precedente del giocatore del Benevento (scusate non ricordo il nome) per un'entrata da espulsione diretta ma solo ammonita. Se qualcosa vi è mancata è stata Ka cattiveria nel chiudere la partita è nel subire pesantemente negli ultimi 15 minuti. Di cuore vi auguro una rapida risalita. Questo campionato è andato.

    Rapporto

Lascia un commento

Comportatevi in modo civile e non correrete il rischio di essere bannati dai commenti.
Grazie

Caccia alle Streghe

Meteo

Clear

22°C

Benevento

Clear

Humidity: 49%

Wind: 11.27 km/h

  • 22 Jul 2018

    Mostly Sunny 32°C 18°C

  • 23 Jul 2018

    Thunderstorms 28°C 16°C

Utenti on line

Abbiamo 357 visitatori e nessun utente online

Altri Amici

 

webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.