Stampa questa pagina

Benevento, mr Baroni: “Concentrazione e determinazione. Ceravolo invece ... "

Vota questo articolo
(0 Voti)

Terminato l'allenamento, presso la struttura sportiva di Paduli,

il mister del Benevento, Marco Baroni, si è presentato in sala stampa. In vista del prossimo match casalingo contro la formazione del Bologna, ecco la sue parole:

Ceravolo? Sta facendo un trattamento terapeutico e domani torna con il gruppo. Se non ha problemi a calciare, dovrebbe essere recuperabile ma, ovviamente part-time. Con la Samp? Abbiamo fatto cose buone ma anche degli errori, li abbiamo rivisti ed analizzati. A Genova ci serviva il risultato, non è arrivato, ma ci serviva una buona prestazione e, la risposta è arrivata. Stiamo preparando la prima partita in casa, il Bologna, una squadra molto pericolosa. C'è bisogno di attenzione e determinazione. Calciomercato? In questo momento sono concentrato sulla partita, non mi piace parlare di mercato, non è utile e non fa bene ai giocatori che vedono il loro nome in uscita. Per quanto ci riguarda, ci stiamo confrontando e faremo sicuramente qualcosa di importante per dare sostegno e completare questa rosa. Io voglio vincere le partite, non sono legato molto ad un sistema di gioco. La squadra deve avere qualità ed aggressività, per questo cerchiamo giocatori con queste caratteristiche capaci di cambiare le sorti di una partita in corso. Cataldi? Ha del talento e non lo scopro io. A Genova ha fatto una delle migliori partite, ha commesso un errore perché ha giocato un pallone difficile. Su quella palla persa non siamo stati reattivi abbastanza. Meglio lasciarlo in pace, perché sono certo che nel corso di questo campionato dimostrerà tante cose buone. Sabato arriverà un avversario veloce, che ha tiro e, a recupero palla è molto pericolosa. Prepareremo la partita con umiltà e sfrutteremo i loro punti deboli. Il pubblico sarà determinante Il nostro campionato è qui al Vigorito. Solo i nostri tifosi possono darci il sostegno giusto per dare il meglio. Vogliamo provare a stupire in campo così come il nostro pubblico farà sugli spalti".

Sonia Iacoviello

Letto 1670 volte