Stampa questa pagina

Bucchi: "Ho visto la mia squadra che ha giocato"

Vota questo articolo
(0 Voti)

Cristian Bucchi analizza dal suo punto di vista la seconda sconfitta interna del Benevento contro l'Ascoli:

"Un primo tempo giocato molto bene dalla mia squadra poi, come al solito, dopo l'intervallo, un quarto d'ora di black out che ci è costato la partita. Ripeto, nel primo tempo, abbiamo concesso solo un traversone dal quale è scaturita l'autorete e una potenziale occasione per Ninkovic. Dopo lo svantaggio ci siamo messi con il 4-2-4, abbiamo sviluppato buone trame di gioco ma non siamo stati capaci di colpire. Gli avversari me li aspettavo così, sono stati bravi a sfruttare gli episodi e a far scorrere il tempo con tutti i mezzi ma anche questo è un loro merito e un demerito nostro.
Tutte le squadre che ci giocano contro lo fanno coprendosi e quindi è inutile tentare di colpire centralmente, bisogna agire sugli esterni e arrivare ai cross e noi lo abbiamo fatto ma siamo stati al solito poco determinati ma anche un tantino sfortunati. L'azione del secondo gol non l'ho vista, stavo parlando con lo staff e quando mi sono girato ho visto Ninkovic infilarsi tra i nostri centrali aperti. Non riesco a capire come abbiamo commesso due errori in pochi minuti e sempre su nostro possesso palla, la frenesia non porta da nessuna parte. Dobbiamo crescere e migliorare il carattere, avere più malizia in campo. L'Ascoli nel primo tempo aveva già 3 ammoniti e nessuno dei nostri ha saputo creare l'occasione per far commettere loro un secondo fallo da giallo. Questo non si può insegnare, bisogna avercelo dentro."

Letto 1397 volte

1 commento